La passione francese per il bovino di qualità

L’Italia risulta essere il primo cliente della Francia, rappresentando complessivamente il 33% delle esportazioni francesi di carne bovina sul mercato europeo, in volume. Le esportazioni francesi di carne bovina verso l’Italia si sono attestate ad oltre 74.500 tonnellate nel 2018 di cui oltre 70mila riguardano la carne bovina fresca e refrigerata (escluse frattaglie).

Dopo 10 anni di attività firmate Bovillage, la filiera francese ha deciso di dare un nuovo impulso alla sua campagna di comunicazione sul mercato italiano. Da quest’anno infatti, Interbev, il Club delle aziende esportatrici e tutte le altre aziende francesi hanno scelto di unire le proprie forze per offrire ad ogni professionista italiano una visione completa e precisa della produzione francese di qualità.

È partita così, in occasione della fiera TuttoFood 2019, la nuova campagna di comunicazione dedicata alla carne bovina francese “La nostra passione, il nostro impegno”. Con la flessibilità necessaria per adattarsi individualmente alle esigenze di ogni cliente, ampliando il raggio di azione.

Il nuovo progetto si articola intorno a tre tematiche principali: la qualità dell’allevamento, della trasformazione e del prodotto finale, con una identità visiva dal carattere forte e distintivo, che rispecchia i valori comuni a tutta la filiera. Stile e forma evocano un timbro con al suo interno un bovino stilizzato e i colori del tricolore francese. Se la Francia vanta non meno di 22 razze bovine, di cui 10 da carne, lo deve all’incredibile diversità dei suoi territori. I verdi prati della Normandia o gli altipiani ventosi dell’Aubrac, i pascoli dei Pirenei o il “bocage” del Limosino, tutti si distinguono per avere un sottosuolo, un rilievo, un clima, o un ambiente particolare.

La ricchezza di questa diversità si ritrova in modo naturale nell’allevamento bovino francese. Dalla Limousine alla Charolaise, dalla Blonde d’Aquitaine alla Salers, dalla Gasconne alla Rouge des Prés, tutte queste razze sono il riflesso delle loro terre d’origine.

La produzione britannica

Tra il 2013 e il 2017 l’Inghilterra ha esportato una media di oltre 84mila t di carne bovina fresca ogni anno, per un valore medio di 373 milioni di sterline. L’82% di tale flusso resta all’interno dell’Unione europea. L’Italia non risulta fra i principali mercati di destinazione, mentre è uno dei cinque maggiori esportatori di carne bovina verso il Regno Unito. Nell’isola ci sono circa 10 milioni di capi bovini, dei quali oltre metà concentrati in Inghilterra. Le aziende di allevamento sono 97mila. L’alimentazione è costituita principalmente da pascolo in erba, integrato da foraggio conservato. Le razze autoctone sono otto, per una produzione complessiva di 900mila tonnellate.

Patrick Fontana

La passione francese per il bovino di qualità - Ultima modifica: 2020-04-06T09:00:24+00:00 da Redazione Meat

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome